Lettura visiva di una Piazza: Maglie

Lezioni di ricerca del Liceo Sperimentale Artistico del Liceo Classico “F. Capece” – Maglie.

Di tale “lettura visiva” C. L. Ragghianti scrive: “L’analisi formale di una città o di suoi ambienti caratterizzati fa esercitare lo spirito di osservazione di fenomeni concreti e significativi  nella loro realtà viva, conducendo lo spirito critico a ricostruire e ad intendere i contenuti storici e culturali degli atti architettonici e urbani. Non si abita più passivamente o con indifferenza utilitaria, le forme delle cose  in cui si vive si rivelano come esperienze, nella loro vicenda, animate dai loro sostrati intellettuali, sociali, estetici. Ognuna va a costruire la coscienza; come sempre il passato, se viene inteso, è contributo alla formazione e alla maturità di una persona e di una comunità. E si aggiunga la consapevolezza del valore e del carattere degli interventi urbani ed edilizi, necessaria per l’intervento nei problemi così invadenti del presente…” Lo stesso Ragghianti facendo esplicito riferimento agli obiettivi formativi della scuola così continua “…Se in ogni Comune d’Italia nella scuola media-superiore si facessero esperimenti come quello di Maglie, dal lavoro e dibattito comune di per se positivo verrebbe fuori una generazione di cittadini consapevoli della città d’origine ed aventi guadagnato un possesso di cultura attiva, capace di modificare in modo sostanziale la cultura pubblica e la responsabilità sociale dei cittadini.” “Lettura Visiva di una piazza: Maglie” (in Critica d’Arte, Anno LII, quarta serie, n.12, 1987, Modena)

pubblicazione di Critica D'Arte, Firenze

Zona commenti
Un commento to “Lettura visiva di una Piazza: Maglie”
Trackbacks
Cosa dicono di questo post...
  1. […] nel senso inverso. In questa sezione della mostra è anche proposto l’audiovisivo che descrive la trasformazione spaziale della piazza A. Moro e del Palazzo F. Capece a partire dall’attuale configurazione (video Prasadesign-Maglie e […]



Scrivi un commento